Salomè

Primo commento
In questo quadro il gesto di mostrare all'osservatore la testa del Battista lo mette di fronte ad una scelta, come se Salome parlasse direttamente con chi la guarda. Di fronte al quadro Michele ha spiegato che in alcuni quadri l'osservatore non è " considerato" la scena si svolge a prescindere da chi la guarda, in altri, come in questo e quello di S. Francesco il pittore dialoga direttamente con chi osserva e chiede i questo caso di prendere una posizione di fronte alla propria cristianità.

Secondo commento
Contrasti di luminosità; dettagli delle vesti e dei tessuti e delle decorazionio preziose; la luminosità.

Terzo commento
Questo quadro mi è piaciuto tanto, sia per il soggetto che per i colori, ma paradossalmente non ricordo il commento di Michele!!!!

Quarto commento (non ha partecipato alla visita)
In primo piano c'è un piatto d'oro con sopra la testa del Giovanni Battista. Intorno alla testa è visibile un'areola dorata molto fine e leggera. Il piatto è tenuto in mano da Salomè. La donna è riccamente vestita e tiene la testa lievemente inclinata a sinistra. Fissa l'osservatore del quadro, porgendogli il piatto con la testa, a coma a voler indicare una scelta.
Sullo sfondo non è presente nulla e nell'insieme risulta luminoso.

Quinto commento
Il quadro è piuttosto semplice nella rappresentazione e presenta una sorta di comunicazione con lo spettatore. Salomè presenza la testa del Battista su un piatto quasi parlando direttamente con lo spettatore che viene in questo senso reso partecipe della rappresentazione.

Sesto commento
Salome' o Erodiade? Il volto e' giovane e le due donne possono essere scambiate

Settimo commento
Anche in questo caso, come nel quadro di San Francesco, il soggetto si rivolge direttamente all’osservatore, quasi a chiedere una sua opinione sull’azione compiuta, una riflessione sulla cristianità dell’osservatore stesso.

Ottavo commento
Il dipinto rappresenta Salomè, riccamente vestita, che mostra la testa mozzata di Giovanni Battista. In questo quadro la scena rappresentata non è chiusa in sé stessa, ma coinvolge coloro che osservano il dipinto, ai quali la figura femminile appare direttamente rivolgersi. È una tecnica di rappresentazione che mira a far riflettere lo spettatore sulla ricaduta sul suo presente degli eventi evocati nell'opera.

Nono commento
Ambiguità sulla figura femminile, anche con riferimento ad altri dipinti (Klimt, che rappresenta Giuditta): potrebbe essere Salome o Erodiade o Giuditta, in questo dipinto la testa con il nimbo indica che si tratti di un santo e la giovinezza della donna indica che sia Salomè…

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License